Seleziona una pagina

Come ottimizzare il sito di una struttura ricettiva in sei mosse

Vivi in un luogo meraviglioso e hai deciso di investire in un piccolo hotel o nella realizzazione di un B&B.
Hai rimesso a nuovo i locali, hai lottato con la burocrazia e ti sei persino specializzato nella preparazione di colazioni perché come me odi chi serve le merendine comprate al supermercato. E adesso non ti resta che aspettare che la gente arrivi, magari sfruttando il web.

Ecco, se sei arrivato a questo punto, questo articolo potrebbe interessarti. Se ti stai chiedendo come ottimizzare il sito di una struttura ricettiva, sei nel posto giusto; proverò a sintetizzare il tutto in sei mosse più o meno semplici anche per i neofiti.

Ottimizzare il sito di una struttura ricettiva

Ottimizzare il sito di una struttura ricettiva

 

  • Prima mossa: Sfrutta Google

Non aver paura di Google, anche se sembra insensibile e spietato, a volte, può rivelarsi il miglior alleato di una struttura ricettiva. Innanzitutto dovrai registrare la tua attività su Google Business. Perché? Semplice, perché le ricerche geolocalizzate forniranno una serie di risultati e link tra i quali è bene ci sia anche quello del tuo albergo. Il meccanismo è semplice: basta andare sul sito di Google Business, accedere con il proprio account Google Plus e inserire la tua struttura ricettiva. Fatto questo ti verrà chiesto di confermare tale attività attraverso un codice che ti arriverà tramite posta all’indirizzo da te indicato. A questo punto ti consiglio di arredare al meglio la tua pagina aziendale, inserendo foto degli interni (magari anche qualche foto a 360°), e di chiedere ad ogni tuo ospite una piccola recensione.

  • Seconda mossa:Fai capire da subito dove ti trovi

Lo so, può essere banale, ma non tutti lo fanno. Se vuoi ottimizzare il sito di una struttura ricettiva, la prima cosa da fare on page è indicare ai motori di ricerca, e agli utenti, dove ti trovi fisicamente. Ti consiglio di mettere bene in vista la mappa della zona, che puoi tranquillamente integrare da Google Maps, e di riproporre nel footer di ogni pagina i contatti e l’indirizzo. Diciamo la verità, se non dici dove stai o sei sbadato o non vuoi farlo sapere! Anche il crawler sente puzza di fregatura.

  • Terza mossa: Sfrutta i portali di Booking

Ecco, questo con l’ottimizzazione vera e propria c’entra poco, ma è bene iniziare sfruttando il potere immenso dei vari portali di booking online. Quindi, almeno in questa prima fase, ti consiglio di inserire alcune stanze della struttura all’interno di quei portali. Se non puoi combatterli, alleati con loro.

  • Quarta mossa: Le Tariffe

Anche in questo caso vale quanto detto per la seconda mossa. Ogni utente vuole sapere immediatamente quanto costa una camera. Se restate sul vago o proponete un semplice “scopri di più”, anche Google non vi prenderà troppo sul serio. Il mio consiglio è chiarire fin da subito i prezzi delle camere, divisi per stagionalità, e inserire già nella home i link a offerte speciali.

  • Quinta mossa: Le Offerte

Come detto prima, è bene inserire sin dalla home page i link a particolari offerte. Non sappiamo con certezza se questo stratagemma venga considerato o meno da big G, tuttavia aiuterà nella fidelizzazione e conversione degli utenti, e anche questo risulta fondamentale nel processo di ottimizzazione del sito di una struttura ricettiva.

  • Sesta mossa: Le informazioni

Informare è importante! Lo è ancora di più quando si cerca di emergere contro una concorrenza spietata. Giusto, ma informare su cosa? Semplice, informare su dove mangiare, sulla mobilità, su dove poter noleggiare auto o bici, su eventi in città, sulla possibilità di fare escursioni o tour organizzati, sui principali luoghi da visitare.
Ecco, quest’ultimo punto è importante. Dare informazioni sui luoghi della tua città, senza omettere neanche il più piccolo particolare e raccontando storie o leggende, avrà due benefici: l’effetto virale con condivisioni sui social e la possibilità di intercettare le Query informazionali di centinaia di utenti che entreranno in contatto con la tua struttura ricettiva.

Ecco spiegato, secondo me, come ottimizzare il sito di una struttura ricettiva e vivere felici!

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail